Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 16/11/2018
19:30 - 20:30

Luogo
Libreria Teatro Tlon

Categorie No Categorie


Piccole vite infelici

di Stefano Labbia

Presentazione

Venerdì 16 novembre

ore 19.30

Ingresso libero

 

Nella Roma dei giorni nostri quattro personaggi in cerca di pace nella quotidianità caotica del mondo (a)sociale del nuovo millennio. Quattro persone si incontrano, si sfiorano, collaborano, vivono, si amano. Poi si perdono di vista, perdono opportunità, occasioni, fanno scelte (talvolta opinabili), si maledicono. Come se niente fosse. Come se tutto ciò che hanno condiviso nel passato recente non avesse alcun valore. Né emotivamente, né lavorativamente. Piccole vite infelici parla delle esistenze di Melina, Marco Marcello, Caio Sano e Maya in una Capitale d’Italia glaciale, non per il freddo ma per la nuda e gelida umanità che la anima. Una Roma multiculturale che fa da sfondo alle vicende dei protagonisti bramosi di essere finalmente valorizzati dall’altro e maledettamente insicuri e complessati nei loro confronti al contempo. Una città, Roma, che sa amarli per poi nascondersi tra le pieghe della sua imponente fragilità, raggomitolandosi su sé stessa per giocare al gatto con il topo con i suoi cittadini tutti. Che l’abitano, la visitano, la colorano. E poi la violentano brutalmente senza alcuna pietà.

 

L’autore presenterà il libro insieme a Fabrizio Felici

 

Stefano Labbia è un giovane autore italiano di origine brasiliana. 1984, nato nella Capitale d’Italia. Ha scritto e pubblicato, nel 2016, “Gli orari del cuore” per Leonida Edizioni, raccolta poetica che racchiude alcune liriche composte tra l’adolescenza e la maturità. Nel 2017 è tornato in libreria con “I giardini incantati” (Talos Edizioni). Il Faggio Edizioni ha pubblicato nel 2018 la sua prima raccolta di racconti “Bingo Bongo & altre storie“. Questo è il suo primo romanzo.

 

Fabrizio Felici, nato a Grosseto il 30 luglio 1972, fin da piccolo ho avuto una grande passione per la lettura. Da
Rodari in avanti, leggeva tutti i libri che la maestra e le varie prof ci consigliavano di leggere durante le vacanze. A 12 anni ha scoperto la fantascienza, filone letterario che non ha praticamente più abbandonato, e a 15 anche i fumetti manga, da cui invece mi si è separato una decina di anni fa.

 

 

Bookings