Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 21/03/2019
18:30 - 20:00

Luogo
Libreria Teatro Tlon

Categorie No Categorie


 

La tenda rossa

[Edizioni Tlon]

con Silvia Pietrovanni

Letture di Cristiana Saporito

Giovedì 21

ore 18.30

 

A vent’anni dalla prima edizione italiana, torna in una nuova traduzione La tenda rossa, il romanzo di Anita Diamant che racconta la storia biblica dando voce a quelle donne rimaste relegate in un ruolo da comprimarie.
 
In questo romanzo Dina rievoca le vicende della propria famiglia, quella del patriarca Giacobbe di cui è l’unica figlia femmina, riportando in vita i riti e le dinamiche segrete tra le donne della tribù – Lia, Rachele, Zilpa e Bila – che la Bibbia cita ma a cui non ha mai dato voce. Patriarcato, contatto con la divinità, riti di iniziazione e potere femminile emergono attraverso le vicende della discendenza di questo personaggio straordinario.
 
A parlarcene sarà Silvia Pietrovanni, accompagnata dalle letture di Cristiana Saporito.
Silvia Pietrovanni nasce a Rieti, si laurea in lettere e si specializza in mediazione interculturale, in didattica dell’italiano e in editoria. Nel 2010 inizia a scrivere per il teatro civile trattando argomenti sulla storia delle donne e sui loro diritti. Il suo primo testo “Bada-mi” , sulla condizione delle badanti in Italia vince il Premio Borrello/Etica in atto nel 2010 ed è pubblicato nel 2013 dall’editore Progetto Cultura. Nel 2014 si classifica seconda al Premio di drammaturgia delle Biblioteche di Roma con il testo “La vertigine e l’abisso della bellezza”; A maggio 2014 il testo “H2SO4:la vita che vuoi è la sola che avrai?”; viene premiato al Salone del Libro di Torino come testo vincitore del Premio InediTo 2014, e nel 2015 è premiato al teatro Argentina come secondo classificato al Premio Donne e Teatro e pubblicato dall’editore Borgia. Nel 2015 scrive e porta in scena “Herbarie: le chiamavano streghe”, spettacolo che si pone come difesa e rivalutazione della medicina delle donne; il testo, frutto di anni di ricerca sulla questione “streghe” è stato attualmente riscritto ed è in lavorazione dalla compagnia Argilla Teatri. “Herbarie le chiamavano streghe” come racconto lungo vince la terza edizione del Premio Streghe
di Montecchio ed è pubblicato dall’editore Fefè nel terzo volume di “Streghe d’Italia”; Con il monologo “Piantata in asso” sul mito di Arianna si classifica terza al Premio Fuis 2017 (Federazione Italiana Autori) e terza al Premio Cavea delle Arti 2018. Riceve nel 2018 il Premio Italia Diritti Umani della Freelance International Press per l?impegno teatrale declinato al femminile. Appassionata di mitologia antica , ha lavorato come libraia, come mediatore culturale con i ragazzi stranieri e da 10 anni tiene corsi di avvicinamento all’erboristeria, all’autoproduzione e alle cure naturali con il progetto “fitocomplessa” (www.fitocomplessa.it).
Cristiana Saporito nata a Roma 36 anni fa, durante l’università s’innamora del teatro e partecipa a diversi laboratori e spettacoli. Dal 2007 è libraia e librodipendente. Le piace leggere ovunque, soprattutto in pubblico e a voce alta quanto basta. Dal 2011 collabora come redattrice per la rivista interartistica online Flanerì, occupandosi di novità letterarie. Scrive poesie e ha un romanzo che aspetta di essere finito…
Per info e prenotazioni: libreriateatro@tlon.it // 06 45653446
La prenotazione è vivamente consigliata. Prenotandovi, ci aiuterete ad allestire al meglio gli spazi.
Puoi prenotarti qui di seguito…

Bookings

Prova a contattarci qui: libreriateatro@tlon.it oppure 0645653446