Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 07/04/2019
18:00 - 20:00

Luogo
Libreria Teatro Tlon

Categorie No Categorie


Filosofi Greci e Yoga classico:

Antiche vie di liberazione tra Pitagora e Patanjali

Conferenza teorico-pratica con

Laura Rosella Schluderer

e

Francesco Amoretti Darecchio

Domenica 7 aprile

ore 18.00

Ingresso ibero

 

Pitagora, Eraclito, Platone, gli Stoici: cos’hanno in comune gli insegnamenti di questi noti ma in fondo sconosciuti filosofi greci con lo yoga classico trasmessoci da Patanjali? Siamo abituati a pensare alla filosofia occidentale e allo yoga come a due modelli contrastanti e addirittura incompatibili: l’uno un’attività intellettuale dominata dalla nota scissione tra mente e corpo, tra uomo e natura, su cui si fonda l’Occidente; l’altro una pratica corporea importata dall’Oriente per aiutarci a rilassare menti stressate e rendere flessibili corpi irrigiditi.

Ma nessuna di queste rappresentazioni è veridica: l’incontro sarà dedicato, attraverso il dialogo e la pratica, a illustrare e sperimentare alcune importanti analogie tra questi due modelli sapienziali, illuminandone le somiglianze e restituendo a ciascuna la propria specificità originaria.

In una prima parte discorsiva, ci addentreremo negli insegnamenti dei primi filosofi dell’Occidente, Pitagora, Eraclito, Platone, gli Stoici, per mostrare come all’origine del pensiero occidentale ci fu un momento in cui, in modo sorprendentemente concorde a quanto insegnato dallo yoga classico, si perseguì una sapienza interconnessa, unitaria, che comprendeva l’universo come sistema indiviso, divino, animato e pervaso di coscienza e intelligenza, di cui l’anima e la mente umana sono parte integrante; un momento in cui la filosofia fu vista non come un esercizio intellettuale ma come una pratica esistenziale, un modo di vivere mirato a riportarci in armonia con il tutto divino, a farci “simili a dio”e liberarci così dalla sofferenza.

Dedicheremo poi un’ora alla pratica, sperimentando uno yoga che non è rilassamento, non è flessibilità, non è fitness. Recuperando lo spirito originario descritto negli Yoga sutradi Patanjali, avremo saggio di un’antica via di liberazione, mirata alla riconnessione con il divino e la totalità, alla liberazione dai condizionamenti dell’ego e della mente, che può temporaneamente restituire ai praticanti istanti di “felicità”. Cercheremo di applicarne la strategia, che se correttamente applicata diminuisce il flusso costante di pensieri ai quali siamo assoggettati consentendo un ritorno “a casa”: l’accesso auno stato originario di pace, tranquillità, armonia, scevro da ossessioni egoiche, dove mente e corpo, io e universo sono percepiti, per almeno qualche momento, come totalità indivisibile.

Bio

Laura Rosella Schluderer: si laurea tra Bologna e Edimburgo in Filosofia, poi parte per l’Australia dove lavora, viaggia e conosce il mondo a testa in giù. Viaggia in solitaria in India e Sud-est asiatico, poi, tornata in Europa, ottiene un Master e un Dottorato in Filosofia antica all’Università di Cambridge con una tesi su Platone e la struttura armonica universale che unisce cosmo e anima, divino ed esseri viventi. Negli anni, continua a studiare tutto ciò che si riconduce a questa nozione filosofica: lo yoga, la psicologia junghiana, l’alchimia,l’astrologia, l’ermetismo, gli I Ching, l’interpretazione dei sogni. Nel frattempo diventa operatrice specializzata nella violenza di genere. Oggi è una ricercatrice in filosofia antica all’Università di Firenze e Pisa e collabora con i centri antiviolenza dell’associazione Differenza Donna a Roma.

 Francesco Amoretti Darecchio: il gusto per la ricerca è il fil rouge che accompagna la sua vita fin dall’adolescenza, quando frequenta corsi di teatro sperimentale e musica. Gli anni dell’università li trascorre studiando, vivendo, e viaggiando in solitaria per il mondo e continuando a sperimentare attraverso danza contemporanea, contact improvisation, alimentazione e medicina naturale. Nel 2007 arricchisce la sua ricerca attraverso l’hatha yoga, che studia e vive tra Asia, America Latina, Australia, Europa e Sud Africa. Dal 2014, grazie all’incontro con il maestro Antonio Nuzzo, lo yoga diviene principale strumento di ricerca e sperimentazione. A settembre 2018 consegue il diploma di Formazione per Insegnanti di Yoga rilasciato dalla Federazione Mediterranea Yoga (affiliata all’Unione Europea di Yoga) dopo lo studio quadriennale della più profonda tradizione yogica. Al momento insegna hatha yoga in Italia e all’estero, continuando a seguire con entusiasmo corsi e seminari tenuti dal maestro Nuzzo.

 

Bookings

Prova a contattarci qui: libreriateatro@tlon.it oppure 0645653446