Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 01/03/2019
21:00 - 22:30

Luogo
Libreria Teatro Tlon

Categorie No Categorie


 

Canti e storie d’amore e di radici

con Michela Cesaretti Salvi, Antonia D’Amore e Roberto Doǧuştan

Venerdì 1 marzo

ore 21.00

Ingresso 10 euro

 

I canti e le storie si alternano, a volte si sfiorano, dandosi la mano. Le parole cantate di Antonia e quelle pronunciate da Michela sono suono e racconto, ciascuna di esse con il proprio respiro e con il proprio spazio, senza che avvenga una fusione, un’identificazione, senza illustrarsi. Antonia riempie lo spazio, Michela lo fende, Roberto Doǧuştan, con la sua chitarra sette corde brasiliana, lo ricama. Le storie narrate spaziano da La crema di Azzazello, liberamente tratta da Il maestro e Margherita di Bulgakov a Buon compleanno Giorgiana, tratta dall’omonimo racconto di Lidia Ravera in cui si rivive un pezzo di storia che lascia una traccia indelebile nella vita di una madre e di sua figlia, passando per un racconto autobiografico ambientato nella Roma del dopoguerra. Storie che parlano di passione, resilienza e coraggio, che hanno come protagoniste le donne e che dicono cosa renda possibile la libertà femminile.

I canti iniziano con quella parola che si percepisce come suono indistinto, come vita sonora pura, come solo il canto della “tradizione” e anche la canzone d’autore sanno tenere dentro di sé, e si trasformano pian piano nella parola della lingua che, tuttavia, non si chiude mai in un discorso e rimane parola aperta e sospesa. E’ la nascita di qualcosa, un venire al mondo che non perde il proprio rapporto con il suono che l’ha generato.

L’ascolto di musica e parole invita ad un viaggio delicato e resiliente, in cui l’amore è il filo rosso che protegge e le radici sono aeree e leggere come quelle delle orchidee e del baobab, l’albero della vita.

Con: Michela Cesaretti Salvi: voce narrante e cori
Antonia D’Amore: voce e chitarra acustica
Roberto Doǧuştan: chitarra sette corde brasiliana e voce

Michela Cesaretti Salvi Attrice, speaker, contastorie, si è formata presso il Teatro Studio M.T.M. e ha frequentato numerosi seminari tenuti da Kaya Anderson, del Roy Hart Theatre. Inoltre negli ultimi anni ha seguito diversi stage residenziali tenuti dal narratore Roberto Anglisani. È laureata in Storia del Teatro e dello Spettacolo all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Dal 1991 si occupa di teatro per bambini come attrice, narratrice, ombrista, burattinaia. Nel 2016 e 2017 partecipa come lettrice volontaria a Libriamoci a scuola, iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), con il Centro per il libro e la lettura. Il 28 settembre 2017 partecipa come narratrice, insieme alla giornalista Maria Teresa Laudando, alla lezione interattiva sulla scienza delle reti dedicata agli studenti delle scuole superiori tenuta dal Professore di Fisica Teorica Guido Caldarelli Un mondo di reti presso l’IMT, Scuola Alti Studi di Lucca, nell’ambito della manifestazione Aspettando Bright. Dal 2006 partecipa come narratrice a varie edizioni di Tempo d’esposizione, serate di racconti e immagini organizzate dal gruppo DIRE che ancora oggi organizza eventi nelle case private: Cocun. Dal 2007 canta come contralto nel “Gruppo vocale Ottava Rima”. Dal 2009 è la voce-speaker di Rai-Yo Yo. Dal 2010 al 2013 è responsabile del gruppo animatori nella trasmissione Gli Sgommati, Sky 1. Conduce Laboratori sulla lettura espressiva in licei e scuole medie di Roma. Negli ultimi anni si dedica con sempre maggiore interesse al teatro di narrazione. Racconta storie a un pubblico che va dai 12 mesi ai 99 anni.

Antonia D’Amore Cantante, autrice e artigiana pugliese. Si interessa di musica, arte e filosofia sin da giovanissima e nel 2004 si laurea come Operatore dei Beni Culturali alla Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università degli Studi di Bari. Nel 1998 inizia il suo percorso di formazione musicale a partire dal Coro di Musica Barocca “Harmonia”di Bari per giungere nel 2005 alla Scuola di Musica di Testaccio di Roma, dove dal 2009 insegna Propedeutica Musicale. Attraverso lo studio di vocalità antica, vocalità moderna, canto armonico, canto funzionale e free improvvisation ricerca l’incontro tra musica popolare e musica colta, partendo dalla scrittura di testi prevalentemente con matrice poetica. Crea marionette e scene per le sue performance; collabora con il Teatro delle Marionette degli Accettella di Roma e la creative factory Makinarium. Dal 2010 al 2013 è stata animatrice nella trasmissione Gli Sgommati, Sky 1. Ha all’attivo due dischi: “Era dove vivevo da re” con il gruppo I canzonieri, progetto di composizione collettiva; e “Non capisco la direzione dei venti” liriche greche in jazz, di Giovanni Guaccero e Archilochus 5et di cui è voce solista (edizioni Tored). Ad aprile 2018 ha debuttato al Teatro Mongiovino di Roma con “DENTRO”, spettacolo di Teatro di Figura e musica dal vivo, di cui è autrice e curatrice. Fa parte de “La classe- un docupuppets per marionette e uomini” di Fabiana Jacozzilli, andato in scena ad ottobre 2018 durante Roma Europa Festival. Attualmente lavora alla produzione del suo primo disco di cui è autrice, con il progetto Flying Roots – Radici che volano.

Roberto Doǧuştan Comincia la sua carriera come cantautore, vince il premio Under 18 e Senior nel 2008 come miglior band nel contest Lavagna Sound Beach. Alcune major si interessano e riceve varie recensioni su riviste musicali. Produce il disco “Illimite” con il gruppo La Deriva in veste di compositore, cantante e chitarrista. Si trasferisce a Roma nel 2012; consegue la laurea triennale del DAMS di Roma3 dove attualmente è laureando magistrale. Svolge un’intensa attività come musicista di strada lavorando anche in teatro come attore/musicista. Nel 2012 registra il disco “Roberto Dogustan” per l’etichetta NED, sperimentando il cantautorato e l’improvvisazione. Entra attivamente nell’etichetta come musicista, registrando vari dischi, e come fonico; parallelamente si occupa di montaggio video e riprese per il collettivo filmico NEF. Lavora in ambito teatrale in diversi festival e teatri come macchinista, illumino tecnico e fonico. Dal 2015 si specializza in musica brasiliana, in particolare nel genere Choro, diventando pioniere in Italia di ricerche e pubblicazioni sull’argomento. Intraprende viaggi di ricerca in Brasile e svolge un’intensa attività di esecutore approfondendo lo studio della chitarra sette corde brasiliana.

 

Per info e prenotazioni: libreriateatro@tlon.it // 06 45653446

La prenotazione è obbligatoria
Puoi prenotarti qui di seguito…

 

 

Bookings

€10,00